Biblioteca elettronica gratuita

Ma come si fa a pensare? Diario di un maestro di filosofia - Massimo Iiritano

Massimo Iiritano libri Ma come si fa a pensare? Diario di un maestro di filosofia Epub sarà disponibile per te quando ti registri sul nostro sito web

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 28/03/2019
DIMENSIONE: 3,81
ISBN: 9788832825862
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Massimo Iiritano

Descrizione:

La filosofia, praticata attraverso la curiosità e gli occhi dei bambini, si è rivelata essere uno straordinario strumento per stimolare nei cittadini di domani la possibilità di una veglia critica sul presente e di un'attenzione sempre attiva e propositiva nei confronti degli altri e del contesto che li circonda. Piccoli peripatetici che, insieme, imparando a pensare e ad agire "da grandi", immaginano mondi e prospettive apparentemente astratte e lontane, ma in realtà quanto mai necessarie per una crescita sana e responsabile. Si tratta dell'utopia socratica di un'oralità lasciata a se stessa, di un insegnamento che è fatto soprattutto di ascolto, di una maieutica intimamente orientata all'infinito e libero aprirsi del dialogo. Il libro tenta di raccogliere le tracce di ciò che via via è stato disseminato, senza naturalmente pretendere di raccontare fedelmente ciò che in quelle irripetibili situazioni insieme ai bambini si è di volta in volta creato e condiviso. Come tentare di forzare, in qualche modo, il divieto socratico, quell'impossibilità di riportare in scrittura la viva e aperta oralità del dialogo filosofico, che i piccoli allievi hanno scoperto, e fatto scoprire, in tutta la sua bellezza. Nota introduttiva di Michele D'Ignazio.

...utti gli individui, ma esistono dei modi per approfondire le proprie capacità intellettive ... Come studiare la filosofia | Viva la Scuola ... . Per diventare un bravo pensatore occorrono tempo e molta pratica, ma è un processo che si può ... Ma a volte i pensieri si possono esprimere in una pagina, in una frase, in una parola. In questo articolo il lettore troverà cento risposte (e anche più) in forma breve e aforistica su che cosa è la musica. Dai musicisti ai musicologi, dai filosofi ai poeti ognuno ci mostra la sua particolare vi ... Ma come si fa a pensare? Diario di un maestro di filosofia ... ... . Dai musicisti ai musicologi, dai filosofi ai poeti ognuno ci mostra la sua particolare visione della musica. Pensare il presente, Libro di Mauro Magatti, Silvano Petrosino. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Nuova Editrice Berti, brossura, data pubblicazione febbraio 2013, 9788873645672. La filosofia rappresenta una branca di studi che si interessa dell'indagine relativa al senso del mondo e dell'esistenza umana definendo anche le possibilità ed il limite della conoscenza. In questa guida proviamo ad illustrarvi come è possibile diventare un professore di filosofia nel contesto scolastico attuale. È facile pensare a un filosofo immerso in una polverosa biblioteca. Meno spesso ce lo immaginiamo in viaggio su un aereo o, in altri tempi, a bordo di una nave o in sella a un cavallo. Eppure i filosofi che hanno viaggiato non sono pochi: da Platone a Giordano Bruno, da Agostino di Ippona a Nietzsche, una riflessione su come il viaggio ha influenzato la filosofia. In questo senso, "va oltre" Dewey, che era profondamente deluso dagli sforzi di sviluppare la sua filosofia fatti quanto era ancora in vita. Penso che molti filosofi oggi si definiscano deweyani senza rendersi conto che essere un vero deweyano non significa ripetere o parafrasare quello che Dewey ha detto, ma "andare oltre" Dewey, continuando a lavorare nel suo spirito. Si pensa sempre alle idee come a qualcosa di puramente astratto e di conseguenza inutile, perché non possono essere maneggiate, toccate o viste, ma in realtà sono proprio le idee che guidano i nostri comportamenti e le nostre scelte: pensiamo a concetti come dignità, benessere, giustizia o amicizia con i quali abbiamo a che fare in ambito famigliare, lavorativo e personale. Sono stati filosofi radicalmente tali coloro che hanno tentato di pensare il legame tra queste due accezioni del termine ordine. Ritengo che la "verità" del discorso non risieda in ciò che si dice , nel detto , ma nel luogo in cui si dice ....