Biblioteca elettronica gratuita

Una società senza progetto. La classe dirigente di fronte al cambiamento - Gabriele Morelli

Potete trovare qui Una società senza progetto. La classe dirigente di fronte al cambiamento pdf libro

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 22/07/2014
DIMENSIONE: 11,64
ISBN: 9788868841232
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Gabriele Morelli

Descrizione:

"Questo libro è una testimonianza di coerenza umana e professionale, dove l'urgenza del cambiamento si scontra con un consolidato sistema economico e sociale non ancora incline a recepirlo convintamente, ma è soprattutto un fortissimo richiamo alle responsabilità delle classi politiche e dirigenti, che non sono state all'altezza di accompagnare il nostro Paese nel necessario processo di modernizzazione, precondizione ineludibile per competere in un mondo globalizzato e in rapidissima evoluzione. Attraverso il racconto di sei microstorie vissute e 'combattute' personalmente, Morelli mette a disposizione altrettante esperienze concrete che delineano con chiarezza le vere sfide, anche culturali, che abbiamo di fronte e alle quali nessuno può sottrarsi, dove cambiamento, miglioramento e innovazione non devono essere solamente slogan, ma consolidate pratiche quotidiane."

...zione è ancora oggi estremamente attuale ... Una domanda al garante della privacy su Apple e Google ... ... .La metafora della "liquidità" infatti descrive perfettamente la condizione nella quale ci troviamo: una sorta di zona liminale, intermedia, transitoria e ... società sempre più atomizzata e individualistica. Gli alunni portano a scuola le contraddizioni che vivono nelle loro famiglia e che produce una società che fa di ognuno un consumatore-spettatore e non un soggetto responsabile consapevole del legame tra individualità e comunità, tra diritti e doveri, tra desideri personali e bene comune. Il cambiamento parte da ognuno di noi " ... Una società senza progetto. La classe dirigente di fronte ... ... . Il cambiamento parte da ognuno di noi "La società italiana sembra franare verso il basso sotto un'onda di pulsioni sregolate. L'inconscio collettivo appare senza più legge, né desiderio. E viene meno la fiducia nelle lunghe derive e nella efficacia della classe dirigente. Così Herbert Marcuse inizia la sua opera forse più importante, L'uomo a una dimensione, 1964. È questo un Marcuse più pessimista rispetto ad Eros e civiltà, meno disponibile ad arrendersi a un ordine sociale che appare totalitario, che permea di sé ogni aspetto della vita dell'individuo e, soprattutto, che ha inglobato anche forze tradizionalmente "anti-sistema" come la classe operaia. La redazione della rivista internazionalista e antimperialista "Cumpanis", continuando la preziosa collaborazione con "L'Antidiplomatico", ci invia, come anticipazione, questo articolo che fa parte di uno "Speciale" del numero in uscita di "Cumpanis" dal titolo "Le basi materiali della crisi del movimento comunista in Italia". L'articolo è del direttore della rivista, Fosco Giannini. Dirigenti scolastici Docenti marchigiani in servizio e in formazione Autorità politiche locali Giornalisti Contestualizzazione Il cambiamento epocale, che caratterizza l'attuale società dal destino planetario, chiama in causa nuove forme di educazione improntate a costruire un nuovo umanesimo....